L'incidente a Foggia

Stroncato da un infarto macchinista di 61 anni, prima di morire mette in salvo i passeggeri

Prima della riforma Fornero sarebbe andato in pensione a 58 anni d'età a causa del tipo di lavoro usurante

Un malore improvviso ha colpito un macchinista, originario di Foggia, del treno regionale 4193 Pescara - Sulmona mentre il convoglio era fermo sui binari. 

Prima di morire è riuscito ad arrestare la corsa e a mettere in salvo tutti i passeggeri del treno. L'uomo, Antonio D'Acci, un 61enne residente a Termoli (Campobasso), è stato soccorso prima dal capotreno e dal personale di bordo, poi dal 118: inutile ogni tentativo di rianimarlo. 

L'incidente è avvenuto nel pomeriggio di martedì. Il treno è rimasto fermo nella zona dell'Interporto di Manoppello (Pescara). Trenitalia ha organizzato bus sostitutivi tra Manoppello e Chieti per garantire la mobilità dei viaggiatori. Sono state decine i messaggi di cordoglio sui social idi parenti e amici. «Non riesco ancora a crederci, eri come un fratello per me, avrò vivo il ricordo di tante uscite insieme a caccia». D'Acci era un esperto macchinista di Trenitalia in servizio da circa 40 anni.