Aggredito per una sostituzione, "Denuncio perché non deve succedere più"

Parla l'allenatore colpito con una testata da un genitore sul campo di calcio di Mezzano (Ra) durante una partita dei "pulcini"

La preoccupazione principale di Mattia Gallamini è quella di far giocare i bambini affidati a lui in un clima di serenità e divertimento. Per questo il 22enne allenatore dei “pulcini" del Mezzano, comune alle porte di Ravenna, ha deciso di denunciare il genitore che lo ha aggredito durante una partita, di fronte ai piccoli calciatori, fratturandogli un dito.

“Episodi del genere non devono ripetersi. Persone così non devono avere accesso ai campi di calcio", ha detto al microfono di Francesco Satta (nel servizio montato da Dario Collina). L'intenzione è di lasciare che il bambino continui a giocare, purché i genitori non entrino nell'area della società sportiva.