Tensione nel Mar Rosso

La nave Duilio abbatte altri 2 droni Houti: "Autodifesa"

Il cacciatorpediniere lanciamissili italiano è impegnato nell’ambito della missione europea Aspides

Alta tensione nel Mar Rosso. Il cacciatorpediniere lanciamissili della Marina Militare italiana 'Caio Duilio' ha abbattuto due droni aerei fatti levare in volo dai ribelli Houti. Si è trattato di un "principio di autodifesa", ha specificato lo Stato maggiore della Difesa, che fa il paio con l'abbattimento da parte del mezzo militare, di un altro drone dieci giorni fa. La 'Duilio' si trova attualmente schierata nelle acque antistanti le coste dello Yemen ed è impegnata nell’ambito della missione europea Aspides, finalizzata a difendere il traffico navale mercantile sotto la costante minaccia dagli attacchi da parte dei ribelli Houthi.

A congratularsi con l'equipaggio della Duilio anche il ministro degli Esteri, Antonio Tajani: "La Marina Militare garantisce la libera navigazione e protegge i nostri mercantili. Fieri dei nostri marinai!"