Il Boeing 737 Max non supera un terzo dei controlli di sicurezza chiesti dalle autorità americane

Dopo sei settimane di verifiche, il modello all'avanguardia del costruttore americano, protagonista dell'ultimo incidente del portellone sul volo Alaska Airlines, non passa 33 verifiche su 89

Il Boeing 737 Max non supera un terzo dei controlli di sicurezza chiesti dalle autorità americane
ApPhoto

Le autorità americane hanno rinvenuto decine di problemi nel processo di produzione del 737 Max nel corso delle sei settimane di verifiche dopo l'incidente sul volo dell'Alaska Airlines, a bordo del quale un portellone è esploso subito dopo il decollo, a gennaio. Lo riporta il New York Times, sottolineando che Boeing ha fallito 33 verifiche su 89, un terzo. Secondo indiscrezioni, il Dipartimento di Giustizia avrebbe avviato un'indagine penale sull'esplosione del portellone del volo Alaska Airlines e avrebbe contattato alcuni passeggeri e l'equipaggio dell'incidente del 5 gennaio scorso per ottenere informazioni.